Cosa accende i nostri sogni, pensieri e azioni? Come fa a coglierlo il nostro sguardo? E quello sguardo come matura in noi?

Roma Fotografia propone un evento che delinea i contorni e le sfumature della forza straordinaria che muove il mondo: il Desiderio.

Se tutta l’arte è erotica, come diceva Gustav Klimt, in fondo, è perché l’erotismo caratterizza la natura stessa: dalla forma di un’orchidea in fiore ad un frutto aperto a metà, l’eros è lo sguardo di chi riesce a cogliere l’essenza e ogni forma di bellezza e di pathos nell’esistenza, il continuo esercizio delle emozioni con cui stimoliamo i nostri sensi che diventa una chiave di lettura con cui interpretare ciò che viviamo.

In un saggio del 1955 di impronta marxista ma sempre attuale, Marcuse parla di liberazione del piacere come liberazione del desiderio, da intendersi innanzitutto come vocazione. Come talento individuale. Da esprimersi attraverso il “libero gioco delle facoltà”, gioco di quelle potenzialità umane quali l’immaginazione e la fantasia che rendono l’individuo libero.

Da questi principi nasce Roma Fotografia 2020 EROS: per far emergere e assecondare la capacità dell’eros di immedesimarsi e nascondersi tra le righe dell’esistenza, nelle pieghe della quotidianità.

Roma Fotografia 2020 EROS è una proposta culturale che indaga il rapporto tra la fotografia e l’arte in generale con il tema del desiderio, della passione e della bellezza e stimola la ricerca sulle motivazioni e le spinte più profonde che animano i sogni e le azioni quotidiane che puntano alla realizzazione di essi.

Per riscoprire il talento, le capacità, le potenzialità, le aspirazioni che trovano nell’arte lo strumento ideale di espressione.

EROS E’
– mostre
– talk
– incontri
– laboratori didattici

A Roma. Dal 21 febbraio al 6 aprile.